• Roberto

"Dimenticali, Wendy. Dimenticali tutti."

C'era un tramonto, un silenzio, un solo fragore di mare a significare ogni parola di un altrove venuto al presente soltanto per noi. Per noi avrebbe versato il suo segno, tra il sorriso ed il pianto. Non c'era che un'isola, un talamo oscuro il suo unico approdo, e foglie che il cielo cadeva d'autunno per mani sognanti, tra umidi sguardi ancora segnati dal naufragare.

C'era un silenzio, un tramonto, un solo lembo di vento a segnare ogni verso di una scrittura nata tra il bianco dell'imbrunire. Solo per noi l'alba avrebbe tardato, per noi, attesi nel sogno. Non era un'isola, e le foglie cadevano alle tue mani, alla terra che avrebbe sottratto il silenzio all'eco del mare.

Del mare.

D'amare.

3 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

On y va

E viene in mente l'Ente. Chissà dove va l'Ente, se tra l'albume che incolla le mura o a ciancicare nella risaia là sotto alla diga, dove sul bordo s

Bon courage

C'è il parlare, una strana cadenza. Ha dell'intonare. Non che l'ami, mi è ostile e non per campanilismo démodé o per quel lento cadenzare un po' agée delle vocali, così