• Roberto

In ogni lacrima

Si ferma ogni verbo

davanti agli occhi supplici di un cane

alle mani penitenti d’anziana

al sorriso sdentato di un bambino

che sta urlando il dolore della vita

ma per noi

ride. Non s’alza una sola parola

dalle labbra minacciate di donna

che non ha altro se non il silenzio,

dalle palme imberbi di un anziano

ritornato al suo tempo di bambino,

dallo sguardo impietrito del migrante

atterrito da un fragore d’inferno

ma per noi

soltanto straniero.


E non c’è voce che possa narrare

il tuo modo d’amare,

il tuo esserci dentro ogni assenza

e il tuo rimare, lento, ogni sera

incurante del metro, della notte,

della luna. No, nessun verso,

nessuna parola può dire

di te una,

una sola parola,

di te

che resti silenzio e che parli

in ogni dove lo sguardo si posi,

nelle estasi opache, nelle aperte

ferite che la vita,

questa mia vita

ogni giorno, assieme al mondo

geme.

0 visualizzazioni