• Roberto

Parafrasi

Aggiornato il: 28 apr 2018

Ci vuole coraggio

a dire che un verso è già nostalgia

di ciò che non è. Un verso non è.

Se fosse

sarebbe labbra

e occhi

e capelli,

sarebbe un letto scomposto in preghiera,

il tempo sospeso tra l’attimo prima

e l’istante dopo, sarebbe

sudore, e corpo, e parola

nel mentre d’amore.


Ma che ne sapete

di ciò che non so,

di cosa si cela dietro a quel cielo

che annebbia il silenzio, che spinge ogni verbo,

e trema, perché teme il mondo.

Che ne sapete, delle vostre parole,

del vostro vagire assennato, protetto

da un orizzonte senza silenzio.


Non ne so nulla, no, di un pensiero

che chiosa e domanda solo ovvietà,

del vostro rileggere nell’unico senso

dettato dal margine.

Non ne so nulla,

nemmeno

di questi tratteggi, di questo altrimenti,

di questo, che temo

sia ciò che non è.

0 visualizzazioni