se la notte

October 9, 2017

un solo tempo
                           ondeggiando
sparisse noi
soli
suscitando da 
                           remote
parvenze finalmente 
al cospetto

 

Tienimi accanto, perché l’illusione
svapori in lentezza, come il tuo volto.
Il mio, già noto dietro allo specchio
se n’è già andato, incosciente, insincero
varcando la soglia che era di casa.
Riposano ancora le tue lenzuola
ogni domenica e il letto disfatto
mi giace tra gli occhi con un rimando.

 

buio ogni 
                  dove ogni
quando questo silenzio
semina vuoti di carne 
e corpi sottratti
                              alle finestre
ombre impronte mani
attese

 

Versami un calice di questo vino
comprato giù al molo, tra le sirene
d’un mare geloso. Versami ancora 
nelle parole taciute al silenzio
dove vagavo cercando una presa
su questa realtà, su questi miei occhi
presi al rimando dei tuoi, di uno specchio
che mi rovescia lo sguardo nel tempo.

 

ora allora
ieri nonsenso oggi
                                  silenzio
rimare versando
parola poesia 
                         senza
rimando 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

October 27, 2017

October 24, 2017

October 23, 2017

October 22, 2017

October 9, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square